Contatti
Scrivici 348 7956585

MICROONDE SI O MICROONDE NO?

Il 98% della popolazione crede che il microonde sia cancerogeno ma in realtà bastano dei piccoli accorgimenti...

Abbiamo sentito migliaia di dicerie sui forni a microonde, sul loro ruolo nell’ alterazione degli alimenti e il grado di pericolosità per la nostra salute ma, quante di queste sono solo chiacchiere e altre no? Scopriamolo insieme.

In primo luogo, le microonde, al contrario di quanto si pensa, non possono uscire dal nostro apparecchio, a meno che esso non sia stato manomesso o presenti evidenti ammaccature sulla porta. Grazie all’ involucro di metallo e alla fine rete metallica incorporata nello sportello del forno infatti, le microonde vengono contenute all’interno dell’elettrodomestico. Qualora ci fosse una minima fuoriuscita di radiazioni, questa sarebbe talmente rara e di lieve entità da risultare minore a quella dovuta a un normale telefono cellulare.

In merito invece, al possibile effetto cancerogeno, la macchina viene utilizzata per tempi così brevi che non può portare ad una esposizione che abbia effetti cancerogeni o mutageni.
Dal punto di vista nutrizionale, non risultano esserci sostanziali differenze rispetto ai metodi di cottura tradizionali. Anzi, la cottura al microonde danneggia meno la stabilità delle vitamine idrosolubili (C e B) e produce meno sostanze indesiderate, come idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e ammine eterocicliche aromatiche tipiche, ad esempio, della cottura alla griglia.

Nonostante possa essere constatata la sicurezza del forno a microonde, questo non basta a renderlo immune da perdite o guasti nel lungo termine ma bisogna, in ogni caso, seguire dei piccoli accorgimenti.
Pulire il forno ogni volta che lo si utilizza diminuisce, sicuramente, il verificarsi di condizioni che lo danneggino o lo rendano inutilizzabile.
La pulizia però richiede tempo ed il microonde, si sa, viene utilizzato proprio da chi non ha tempo di aspettare dei tempi di cottura medio-lunghi ma necessita di una notevole riduzione degli stessi.

Come può risolvere il problema della pulizia chi va sempre di fretta?

Se la pulizia non può essere effettuata in maniera istantanea, inizieranno a crearsi nel tempo delle incrostazioni importanti e residui carbonizzati di cibi e bevande, non solo difficili da rimuovere, ma anche dannosi per la nostra salute.
Le bruciature che si formano all’interno del microonde infatti, sono deleterie per il possibile pericolo di contaminazione dei cibi e per l’influenza che gli stessi possono avere sul sapore degli alimenti che ci apprestiamo a cuocere al suo interno.
La soluzione più vantaggiosa per la pulizia interna ed esterna del vostro elettrodomestico può essere rappresentata decisamente dall’utilizzo di uno dei migliori detergenti specifici per la pulizia del microonde, efficace a freddo ed imbattibile sulle incrostazioni. Clicca qui per scoprirlo!

 

Ti servono altri prodotti? Clicca qui e cercali nel nostro catalogo! 

Continua a seguirci per altri consigli ed iscriviti alla nostra newsletter! 

   

 

 

 

 

Fonte: Altroconsumo.it

MICROONDE SI O MICROONDE NO?